Sicurezza cantieri

Sicurezza cantieri

Sicurezza cantieri: Totale gestione degli aspetti tecnici di cantieri di Edilizia privata, aziendale o cantieri per allestimenti temporanei (concerti, eventi fieristici,..). Servizio di controllo della sicurezza in cantiere, dalle fasi preliminari di progettazione e pianificazione delle sequenze di intervento, fino alla gestione operativa e alla supervisione delle attività sul campo. Predisposizione della documentazione di sicurezza e dell’assunzione degli incarichi previsti dalla normativa vigente, quali:

ASSUNZIONE INCARICO CSP (COORDINATORE PER LA SICUREZZA IN FASE PROGETTUALE). La sigla CSP – Art. 91 D. Lgs. 81/08 – identifica il Coordinatore della Sicurezza in fase di Progettazione ovvero il Tecnico incaricato dal Committente o dal Responsabile dei Lavori qualora, durante la progettazione dell’opera, sia prevista la presenza in cantiere (anche non contemporanea) di due o più imprese. Il CSP, interfacciandosi con il Committente e con il Progettista, redige il Piano di Sicurezza e Coordinamento (PSC) e il Fascicolo Tecnico dell’Opera.

ASSUNZIONE INCARICO CSE (COORDINATORE PER LA SICUREZZA IN FASE ESECUTIVA). Art. 92 D.Lgs. 81/08 – indica il Coordinatore della Sicurezza in Fase di Esecuzione ovvero il Tecnico incaricato dal Committente o dal Responsabile dei Lavori che ha il compito di coordinare le attività durante la realizzazione dell’opera.

REDAZIONE DEL PSC (PIANO DI SICUREZZA E COORDINAMENTO). La sigla PSC indica il Piano di Sicurezza e Coordinamento – Art. 100 D.Lgs. 81/08 – ossia il documento, redatto dal CSP o in casi particolari dal CSE, in cui si descrive l’opera da realizzare, si analizzano tutte le fasi lavorative con lo scopo di definire le misure di prevenzione e di protezione relative ai rischi legati alle attività o a situazioni preesistenti.

REDAZIONE DEL DUVRI (DOCUMENTI UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI INTERFERENZIALI). Documento obbligatorio introdotto dall’art. 26 del testo unico sulla sicurezza (D.lgs n. 81/2008).

Con tale documento il datore di lavoro committente valuta i rischi specifici esistenti nell’ambiente lavorativo e indica le misure adottate per eliminare o ridurre al minimo i rischi da interferenze fra le attività affidate ad appaltatori e lavoratori autonomi (ed eventuali subappaltatori) e le attività svolte nello stesso luogo di lavoro dal committente.

ASSUNZIONE INCARICO RSPP / ASPP (RESPONSABILE / ADDETTO DEL SERVIZIO DI PREVENZIONE E PROTEZIONE). La sigla RSPP indica il Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione – Art. 31 del D.Lgs. 81/08 – la cui nomina è obbligatoria in tutte le Aziende in cui sia presente almeno un Lavoratore.
Tale Figura è identificata come la.. «…Persona in possesso delle capacità e dei requisiti professionali designata dal Datore di Lavoro, a cui risponde, per coordinare il Servizio di Prevenzione e Protezione dai Rischi…».

Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione, nel caso in cui l’impresa operi in Cantieri temporanei o mobili, collabora con il Datore di Lavoro nella redazione del POS e nell’Informazione del Personale sui Rischi presenti in cantiere, inoltre coordina le attività di eventuali Subappaltatori e verifica la congruenza dei contenuti dei loro POS con quello dell’ Impresa Affidataria